Notice
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, altrimenti nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

    Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

Addio a Marco Salerni

Con grande commozione salutiamo la scomparsa di Marco Salerni, tartuchino purosangue, maestro della tecnica artistica dell'encausto. Con il fratello Marcello condivideva il carattere umile e bonario, plasmato da una intelligente ironia e una straordinaria cultura. Marco è stato un artista apprezzato in tutto il mondo, protagonista di  mostre in ogni angolo d'Europa. La speciale tecnica dell'encausto di cui era insuperabile interprete, consiste nell'utilizzo della cera d'api attraverso un modo di pittura "a levare" che dona atmosfere calde di luci e ombre, quasi che le figure rappresentate vivano di luce propria. Nel 1979 il Comune di Siena gli assegnò l'incarico di dipingere il Palio dedicato a Cecco Angiolieri e vinto dalla Civetta. Ha inoltre realizzato opere nella Chiesa di Vico Alto. Da ricordare la realizzazione, nel 1993, dello stupendo dipinto della Madonna per il Tabernacolo dei Quattro Venti su commissione della nostra Contrada.  Nel 2010 ci rivolgemmo a Marco per la realizzazione dei doni da offrire in occasione della vittoria del Palio. Marco rispose alla richiesta con entusiasmo ed estrema generosità, dipingendo vari quadri di grandi dimensione senza volere nessun compenso. Il Priore, il Seggio e tutto il popolo della Tartuca esprimono sentimenti di cordoglio e partecipazione alla moglie Luciana, alle figlie Elena e Agnese e al nipote Lorenzo. Le esequie si terranno lunedi 20 alle ore 15,00 presso la Chiesa di Vico Alto.

Ultimo aggiornamento (Sabato 18 Marzo 2017 10:59)

 

Giocacalcio in Contrada: esordio in salita

Ieri, lunedì 13 marzo , ha preso il via la tredicesima edizione del torneo "Giocacalcio in Contrada", organizzato dal CSI. L'esordio del Senio non è stato dei più fortunati perché la formazione dei mister Cortecci e Stanghellini si è trovata davanti il pallottoliere delle Due Porte ed la partita si è concluso con il risultato di 5 a 0 per gli avversari. I nostri ragazzi però non devono perdersi d'animo e domani dovranno sfruttare al meglio i 40' da giocare a viso aperto con la Duprè per dimenticare un avvio negativo! Avanti Senio!

 

In attesa del nuovo sito

La Commissione Segreteria, grazie al lavoro del Delegato Dario Di Prisco, sta predisponendo la progettazione del nuovo sito della Tartuca, che è in fase di ultimazione. Le potenzialità della nuova struttura darà più risalto alla multimedialità e quindi anche ai filmati della Contrada. E' stato aperto anche un canale ufficiale della Contrada su YouTube nel quale è stato inserito anche il filmato dell'originale esecuzione dell'Inno presentata in apertura del recente Concerto organizzato dalla Tartuca con la Scuola di alta specializzazione musicale "Rinaldo Franci". Questo il link: CONCERTO INNO

 

Alla scoperta della Siena nascosta

E’ giunta ormai alla terza tappa l’iniziativa della "Commissione cultura e solidarietà" in seno alla Compagnia di Sant’Agata, dedicata alle acque senesi; dopo la giornata all’Orto Botanico già descritta siamo passati ai famosi "Bottini" ed abbiamo scoperto le suggestive immagini che ci regala Siena nel suo “ventre” sotterraneo con segni idrogeologici indelebili ed effetti cromatici bellissimi. Nella seconda tappa oltre al Bottino di Fonte Gaia abbiamo visitato anche il Museo dell’Acqua sito proprio sopra la Fonte di Pescaia che ci ha permesso di approfondire ed allargare il panorama culturale tematico con dei touch screen esplicativi molto ben fatti. 
L’ultima tappa risale a sabato scorso dove abbiamo visitato il Bottino di Fonte Nova molto più ricco di effetti spettacolari creati nel tempo dall’acqua e dalle rocce sotterranee con momenti del cammino veramente emozionanti..Visto l’interesse suscitato dopo questi primi tre atti da un ennesimo confronto con Benedetto, nostro punto di riferimento sul tema, abbiamo buttato giù un programma di massima a breve e lungo termine per completare il percorso; inizieremo con il Giro delle Fonti organizzato dall’Associazione La Diana che colgo l’occasione per ringraziare per la sempre disponibile professionale collaborazione, poi vedremo il Bottino di Fontebranda con visita alla Fonte e lettura storica del territorio circostante la Porta omonima, poi passeremo al Canale del Granduca presso Pian del Lago poi grazie al nostro Professor Ricci Cortili vedremo il Museo dell’Antartide ed infine se Il Comune darà l’ok la Fonte delle Monache e quella delle Sperandie; il gran finale sarà presumibilmente in settembre con la gita all’Amiata per vedere la Sorgente dell’ Ermicciolo al Vivo con pranzo e successiva visita al Castello, da non perdere credetemi. Tutte queste tappe quando avranno una data ufficiale saranno previamente comunicate su questo Sito o sulla Mailing List della Cancelleria della Contrada . A presto!

La Compagnia di Sant'Agata

Ultimo aggiornamento (Giovedì 02 Marzo 2017 16:03)