Notice
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, altrimenti nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

    Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

8 settembre, il Tabernacolo giallo e celeste

"Ci s'ha il Tartarugone" è stato il titolo della bellissima Festa dei Tabernacoli in onore della Madonna, allestita dai nostri Piccoli Tartuchini. Come di consueto, reduci dalle fatiche del Campo scuola, i nostri Delegati hanno subito iniziato ad organizzare i cittini per il tradizionale appuntamento in Castelvecchio, luogo carico di memorie ma sempre vivo negli aspetti più importanti che regolano le attività della Tartuca. Quest'anno purtroppo il festoso appuntamento è stato caratterizzato dalla scomparsa della piccola civettina avvenuto pochi giorni prima. E' per questo motivo, come per le altre Consorelle, anche nel nostro Tabernacolo è stato presente un ricordo in memoria della piccola della Civetta. 
La cena lungo via di Castelvecchio è stata, come sempre, suggestiva e carica di un fascino antico ed intimo. Adesso non ci resta che aspettare l'8 dicembre per sapere quale sarà il Tabernacolo vincitore, anche se, mai come in questo caso, l'importante era davvero onorare l'avvenimento nel migliore dei modi.

 

Tiro con l'arco a Montalcino!

3 settembre 2016Sabato 3 Settembre una delegazione di ragazzi di Porta all’Arco, accompagnati da alcuni Contradaioli, ha risposto al gentile invito del Quartiere Ruga e si è recata a Montalcino per una sessione di tiro con l’arco. I ragazzi della Ruga ci hanno accompagnato a visitare il loro campo di tiro, dove si allenano regolarmente per prepararsi al meglio alla Sagra del Tordo e all’Apertura delle Cacce.  Dopo una breve introduzione e alcuni consigli di base, i Tartuchini si sono cimentati, con risultati diciamo alterni, in questa bella attività, sotto gli occhi attenti dei nostri amici della Ruga. Successivamente ci hanno fatto vedere loro stessi alcuni sessioni di tiro, da distanze ben più impegnative delle nostre. Al termine della mattinata il gruppo si è poi recato presso la Chiesa della Ruga per gustare un ottimo pranzo gentilmente offerto dal Quartiere. E’ stata davvero una giornata piacevole, che ci ha avvicinato ancora di più alle belle tradizioni di Montalcino. Ringraziamo sentitamente tutti i ragazzi della Ruga che con pazienza ci hanno “iniziato” al tiro con l’arco: una esperienza da ripetere sicuramente in futuro, nel segno di quel legame che ormai lega saldamente Ruga e Tartuca.


Ultimo aggiornamento (Martedì 06 Settembre 2016 10:21)

 

La Tartuca al VII edizione torneo Piccoli Balzellatori

Come ogni edizione, anche quest’anno abbiamo partecipato la scorsa settimana dal 24 al 26 agosto al torneo Piccoli Balzellatori, con nutrito gruppo di ragazze e ragazzi della compagnia di Porta all’Arco. La compagine con i colori di Castelvecchio messi in campo dai coach Matteo Stanghellini e Davide Caredelli era costituita da Greta Ginanneschi, Asia Cobbe, Caterina Parentini, Niccolò Santinelli, Riccardo Piattelli, Lorenzo Chiappone, Tommaso Cortigiani, Lorenzo Parenti e Niccolò Vitali.

La prima partita del girone è stata quella più temuta e più sentita perché ci ha visti sfidare la squadra della Chiocciola. Nonostante un primo momento di difficoltà e svantaggio, il risultato finale della partita ci ha visti vittoriosi con grande soddisfazione dei coach, dei giocatori e dei tartuchini accorsi a fare il tifo.

Le altre partite del girone ci hanno visto sfidare le squadre di Pantera, Drago e Civetta conseguendo la vittoria in tutte le sfide anche se spesso è stata raggiunta al termine di faticosi testa a testa. Questi risultati hanno permesso alla squadra di qualificarsi per i quarti di finali dove, però, la corsa del team tartuchino è stata fermata dal Nicchio che, dopo una partita non poco combattuta si è assicurata il posto in semifinale. Un vero peccato per i nostri ragazzi che ci credevano e che hanno messo il cuore in tutte le sfide. A loro, ai coach e a tutti gli intervenuti un plauso per la tenacia, a grinta e la sportività dimostrata durante tutta la durata del torneo.

 

Il masgalano 2016

La Sovrana Contrada dell’Istrice si è aggiudicata con un punteggio complessivo di 678 il Masgalano 2016, opera realizzata da Chiara Flamini e gentilmente donato dalla madre Rosanna Bonelli, detta Rompicollo, l'unica fantina ad aver corso il Palio: era il 1957. Congratulazioni al rione di Camollia dunque che ottiene l’importante riconoscimento per la sesta volta, l’ultimo era stato nel 2011.

Noi ci siamo classificati al sesto posto con 658 punti, migliorando di una posizione il risultato conseguito nel 2015. Recentemente non poche sono state le novità riguardanti l’arte della bandiera e del tamburo, a cominciare dall'istituzione delle due nuove cariche di Maestro degli Alfieri e Maestro dei Tamburini. A Lorenzo Lorenzini e Cesare Guideri, insieme a tutta la Commissione di Provveditorato, va la nostra gratitudine per la serietà e per l’applicazione profuse nella preparazione dei nostri ragazzi a rappresentare la contrada per i due cortei storici. Annata particolare, che vedeva l’esordio di ben quattro ragazzi nei trittici.

A luglio, insieme ai collaudati alfieri Jacopo Dragoni e Luca Elia, ha fatto il suo debutto il giovanissimo tamburino Massimo Mazzoni. I tre hanno totalizzato 319,5 punti. Trittico esordiente ad agosto con il tamburino Giacomo Amatruda e la coppia di alfieri Alessandro Monti e Simone Pagliantini, ai quali sono stati assegnati 338,5 punti.

Sesto posto: un risultato che riteniamo positivo, una spinta ulteriore verso il miglioramento dei nostri ragazzi in questa arte a noi cara.

La nostra scuola, lo affermiamo con grande soddisfazione, negli ultimi anni ha segnato una notevole partecipazione di giovani, di nuove leve che con entusiasmo ed applicazione hanno frequentato i corsi di preparazione contribuendo al rinnovamento in corso. Siamo sicuri che con la maturità, la sana concorrenza e l’esperienza potranno arrivare anche ben più brillanti riconoscimenti.

 

 

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 31 Agosto 2016 07:55)