Notice
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito utilizza cookies tecnici e sono inviati cookies di terze parti per gestire i login, la navigazione e altre funzioni. Cliccando 'Accetto' permetti l'uso dei cookie, altrimenti nessun cookies verrà installato, ma le funzionalità del sito saranno ridotte. Nell'informativa estesa puoi trovare ulteriori informazioni riguardo l'uso dei cookies di terze parti e la loro disabilitazione. Continuando nella navigazione accetti l'uso dei cookies.

    Visualizza la normativa europea sulla Privacy.

In attesa del nuovo sito

La Commissione Segreteria, grazie al lavoro del Delegato Dario Di Prisco, sta predisponendo la progettazione del nuovo sito della Tartuca, che è in fase di ultimazione. Le potenzialità della nuova struttura darà più risalto alla multimedialità e quindi anche ai filmati della Contrada. E' stato aperto anche un canale ufficiale della Contrada su YouTube nel quale è stato inserito anche il filmato dell'originale esecuzione dell'Inno presentata in apertura del recente Concerto organizzato dalla Tartuca con la Scuola di alta specializzazione musicale "Rinaldo Franci". Questo il link: CONCERTO INNO

 

Alla scoperta della Siena nascosta

E’ giunta ormai alla terza tappa l’iniziativa della "Commissione cultura e solidarietà" in seno alla Compagnia di Sant’Agata, dedicata alle acque senesi; dopo la giornata all’Orto Botanico già descritta siamo passati ai famosi "Bottini" ed abbiamo scoperto le suggestive immagini che ci regala Siena nel suo “ventre” sotterraneo con segni idrogeologici indelebili ed effetti cromatici bellissimi. Nella seconda tappa oltre al Bottino di Fonte Gaia abbiamo visitato anche il Museo dell’Acqua sito proprio sopra la Fonte di Pescaia che ci ha permesso di approfondire ed allargare il panorama culturale tematico con dei touch screen esplicativi molto ben fatti. 
L’ultima tappa risale a sabato scorso dove abbiamo visitato il Bottino di Fonte Nova molto più ricco di effetti spettacolari creati nel tempo dall’acqua e dalle rocce sotterranee con momenti del cammino veramente emozionanti..Visto l’interesse suscitato dopo questi primi tre atti da un ennesimo confronto con Benedetto, nostro punto di riferimento sul tema, abbiamo buttato giù un programma di massima a breve e lungo termine per completare il percorso; inizieremo con il Giro delle Fonti organizzato dall’Associazione La Diana che colgo l’occasione per ringraziare per la sempre disponibile professionale collaborazione, poi vedremo il Bottino di Fontebranda con visita alla Fonte e lettura storica del territorio circostante la Porta omonima, poi passeremo al Canale del Granduca presso Pian del Lago poi grazie al nostro Professor Ricci Cortili vedremo il Museo dell’Antartide ed infine se Il Comune darà l’ok la Fonte delle Monache e quella delle Sperandie; il gran finale sarà presumibilmente in settembre con la gita all’Amiata per vedere la Sorgente dell’ Ermicciolo al Vivo con pranzo e successiva visita al Castello, da non perdere credetemi. Tutte queste tappe quando avranno una data ufficiale saranno previamente comunicate su questo Sito o sulla Mailing List della Cancelleria della Contrada . A presto!

La Compagnia di Sant'Agata

Ultimo aggiornamento (Giovedì 02 Marzo 2017 16:03)

 

La Tartuca è un classico

Venerdi 17 febbraio, presso l'auditorium dell'Istituto superiore di studi musicale "Rinaldo Franci" si è tenuto un concerto organizzato in collaborazione con la nostra Contrada. Il titolo della serata era "Bach e contemporaneamente...oggi" ed il programma ha spaziato su brani di musica classica e contemporanea. In apertura i concertisti hanno omaggiato la Tartuca con l'esecuzione dell'inno in una meravigliosa interpretazione inedita per pianoforte, flauto, violoncello e clarinetto. La sala dell'auditorium era gremitissima e per molti tartuchini è stata anche un'occasione di conoscere direttamente i locali e le attività di questa importante Scuola di specializzazione musicale posta nel nostro territorio, con la quale la Tartuca, da anni, ha intrapreso un proficuo percorso di collaborazione.

 

Uniti per ridare colore al loro futuro.

Anche la Contrada della Tartuca si è riunita «per ridare colore al loro futuro». Lo ha fatto aderendo ampiamente all’iniziativa benefica promossa a Ottobre, durante il coordinamento dei Presidenti delle 17 consorelle, in accordo con il Magistrato delle Contrade. La solidarietà trova il compimento nel luogo della sua massima espressione: nella Società di Mutuo Soccorso, nata proprio con l’intento di assistere volontariamente i contradaioli. E così sabato 11 febbraio, in Castelsenio, sono stati invece i contradaioli stessi che non hanno fatto mancare il loro sostegno alle popolazioni terremotate.

Un sostegno che si è rivelato anche tangibile; l’attenzione era rivolta, infatti, agli otto tartuchini che il 17 Gennaio scorso sono partiti per Cascia, (vedi foto a sinistra) preparando giornalmente i pasti per coloro che sono rimasti senza un’abitazione. L’impegno è stato a dir poco eroico, viste le avverse condizioni climatiche che hanno interessato la zona, e l’instabilità della terra, che proprio in quei giorni è tornata a tremare.

La Contrada, nella persona del Priore Paolo Bennati e del Presidente di Società Luca Bandinelli, ha voluto quindi onorare Renata Benocci, Giulietta Bonechi, Antonella Cimballi, Massimo Mantovani, Marzia Salvadori, Riccardo Saragosa, Gianfranco Vaselli e Maurizio Viligiardi, offrendo loro un omaggio che ricordi questa toccante esperienza. E ancora una volta hanno dimostrato piena disponibilità, preparando la cena con un menù composto dai prodotti direttamente acquistati nelle zone colpite dal sisma.

I tartuchini hanno dunque risposto in modo generoso e positivo, dimostrando ulteriormente la loro vocazione alla solidarietà. Un essenziale contributo per l'eccellente risposta lanciata dal mondo contradaiolo.

Ultimo aggiornamento (Mercoledì 15 Febbraio 2017 10:09)