Premio Ugo Bartalini 2019

ugo bartalini005

Premio "Fondazione Ugo Bartalini"
Anno 2019


La Contrada della Tartuca promuove per l’anno 2019 il Premio "Fondazione Ugo Bartalini", istituita dallo stesso Ing. Bartalini, Maggiorente della Contrada.
Scopo della Fondazione è premiare due giovani tartuchini, uno di sesso femminile ed uno maschile, che nel corso dell’anno si siano particolarmente distinti ed abbiano acquisito meriti in campo contradaiolo, cittadino o si siano comunque distinti in attività che portino lustro alla Contrada stessa.
A tale scopo gli aspiranti candidati al Premio per l’anno 2019, dovranno possedere i seguenti requisiti:

essere appartenenti Protettori della Contrada;
essere in regola con le quote di protettorato per l’anno appena concluso;
età non superiore ai 25 anni.
Le domande o le eventuali segnalazioni redatte in carta libera e direttamente indirizzate all’Onorando Priore della Contrada della Tartuca, dovranno essere inviate mediante lettera Raccomandata A/R presso la Sede della Contrada o a mano direttamente al Priore o ad un Vicario, entro e non oltre il giorno domenica 9 giugno 2019.
Ai fini dell’ammissibilità, nel caso della raccomandata, farà comunque fede la data del timbro postale. Le domande dovranno indicare quanto segue:
generalità del candidato;
residenza;
stato di famiglia;
dettagliata motivazione della candidatura;
sottoscrizione autografa del segnalante.

La premiazione avverrà durante la Festa Titolare, nel pomeriggio di sabato 15 giugno p.v. La comunicazione dei vincitori sarà data dal Cancelliere della Contrada, immediatamente e per iscritto ai vincitori medesimi. Il giudizio espresso dalla Commissione esaminatrice, composta dall’Onorando Priore, dal Vicario Generale, dal rappresentante del Costituente la Fondazione Ugo Bartalini, coadiuvata dal Cancelliere è insindacabile.

Numero Unico Straordinario, inizia la Festa!

numerounico5


D'altra parte la Tartuca è la Contrada che negli ultimi 30 anni ha vinto più di tutte le altre Consorelle. Più di tutti anche in questo secolo. E quindi per noi vincere è un'arte, rivincere una dolce abitudine. Con una bellissima cerimonia effettuata all'interno della storica Aula Magna dell'ex Convitto Tolomei,  grazie alla collaborazione dell'I.I.S. Enea Silvio Piccolomini che ne ha concesso l'uso, la Contrada ha presentato l'atteso Numero Unico edito in occasione della 54 esima vittoria e mezzo conquistata dal nostro Capitano Gianni Cortecci con Remorex e Andrea Coghe detto Tempesta.
La cerimonia è stata punteggiata dagli interventi musicali degli allievi e dei professori dell'Istituto superiore di studi musicali "Rinaldo Franci". Una sala gremita da tantissimi contradaioli, autorità e dirigenti delle Consorelle ha salutato con un scrosciante applauso il gesto del Priore Paolo Bennati che rivelava la copertina della pubblicazione. Come ha detto Giovanni Mazzini durante la presentazione, questo Numero Unico prende ispirazione dalla rivista d'arte, in linea con il percorso intrapreso da tempo dalla Tartuca (vedi mostra di Emma Sergeant e quella che andremo ad inaugurare venerdi 24 di Emily Young) ed in virtù dell'abilità tartuchina di raggiungere la vittoria del Palio. All'interno, oltre alle canoniche pagine dedicate alla corsa ed al trionfo, vi sono articoli scherzosi ed ironici basati su vere e finte opere d'arte, anche analizzando la mente umana in riferimento all'opera artistica. La copertina rappresentante il nostro Remorex è stata disegnata riprendendo lo stile leonardesco, da Stefano Ricci Cortili, il nostro "Ossicino". Dopo gli interventi di Giordano Barbarulli, Katiuscia Vaselli e Christian Posani che ha curato con Dario Di Prisco la grafica, Clelia Venturi ha presentato l'allegato speciale costituito da un Numero Unico dedicato ai Piccoli Contradaioli ed intitolato "Storie per cittini straordinari". Un'altra novità è rappresentata da una "pennetta" digitale in cui è inserito anche il video celebrativo ed alcune foto del giubilo. Terminata la prima parte della Cerimonia tutta l'attenzione si è spostata all'interno delle Logge per la consegna delle "straordinarie" monete della vittoria da parte del Sindaco Luigi De Mossi, che ha avuto parole di ringraziamento per tutte le Contrade e ha richiamato tutti i senesi a continuare a restare uniti per la difesa della nostro Palio.
Di lì a poco la Festa nel Rione, avrebbe dato inizio ad una lunga notte di festeggiamenti aperti a tutta la città. 

manif festeggiamnti1cliccare sopra per ingrandire

"Stone Carvings", l'arte di Emily Young in Tartuca

Emily Youngs Portrait image via nytcom

Dopo il successo dello scorso anno torna la rassegna culturale organizzata dalla Contrada della Tartuca; arriva a Siena la più grande scultrice in pietra vivente. La vittoria di un Palio Straordinario da festeggiare nel migliore dei modi. Ma anche la forte volontà di dar seguito ad un progetto nato l’anno scorso e che ha riscosso ampio successo. Torna anche in questo 2019 “Sul tetto della città – La cultura in Castelvecchio”, il progetto ideato dalla Contrada della Tartuca che vuol promuovere e condividere caratteri culturali e storici distintivi e andare unire il mondo contradaiolo a quello dell’arte. Lo scorso anno il Museo della Contrada della Tartuca ha ospitato l’esposizione dell’artista inglese Emma Sergeant, ritrattista di casa Windsor, attraendo un gran numero di pubblico e di appassionati. Dopo oltre un mese di esposizione sono stati infatti oltre duemila i visitatori che hanno potuto, gratuitamente, osservare da vicino le opere della Sergeant all’interno di uno scenario unico come un museo contradaiolo.
31265355 640149712993221 5383708301143834624 n

Con “Sul tetto della Città – La cultura in Castelvecchio”, rassegna culturale organizzata in collaborazione con i principali Enti che operano nel territorio tartuchino e con il patrocinio del Comune di Siena, il Rione di Castelvecchio diviene così un luogo di produzione ed espressione, con un ricco calendario di eventi che avrà il suo culmine nella serata di venerdì 24 maggio quando, in occasione dell’ultimo cenino della vittoria, sarà presentata la mostra dell’artista inglese Emily Young.

“L’esposizione dell’anno scorso è stata davvero un gran successo, forse anche oltre le nostre aspettative – spiega il Priore della Contrada della Tartuca Paolo Bennati – Abbiamo portato a Siena, nella nostra Contrada, un’artista di fama internazionale come Emma Sergeant e il riscontro in termini di visitatori è stato davvero importante. Ringrazio l’artista inglese, ma anche tutti coloro che sono arrivati fino a Siena e hanno scelto di visitare il museo ripagandoci dei nostri sforzi. Il buon esito della prima edizione ci ha spinto ancor di più a rinnovare l’appuntamento, con l’obiettivo di farlo diventare nel tempo un punto fermo e portare a Siena sempre più artisti importanti e di conseguenza tanti visitatori. E proprio in questa direzione è nata l’idea di ospitare Emily Young, una scultrice che non ha davvero bisogno di presentazioni e che si è subito dimostrata entusiasta dell’idea di andare ad esporre nel nostro museo le proprie opere. Stiamo lavorando sugli ultimi dettagli, per poi andare ad inaugurare la mostra venerdì 24 maggio, in occasione dell’ultimo cenino della vittoria in programma proprio per quella sera. E vogliamo che sia davvero una gran sera, unendo la nostra Contrada in festa per lo straordinario successo riportata lo scorso 20 ottobre con un evento che darà ancor più lustro al nostro museo a tutta la Tartuca”.

Da tale data, alla fine di giugno il Museo della Contrada della Tartuca ospiterà presso la propria sede situata in Via Tommaso Pendola, la mostra dal titolo “Emily Young: Stone Carvings”, con le migliori opere dell’artista inglese, definita dal Financial Times “la più grande scultrice in pietra vivente”. Young presenterà a Siena le sue migliori opere, dando ulteriore lustro ad una rassegna che punta nel tempo a diventare un punto di riferimento per il mondo dell’arte

“Sono estremamente lieta di avere l'opportunità di mostrare il mio lavoro a Siena - ha dichiarato l’artista inglese Emily Young - grazie alla generosità della Contrada della Tartuca e del loro bellissimo museo. È un grande onore per me e sono molto felice di avere questo nuovo rapporto di amicizia con la bellissima città di Siena”. 

Vendita tessere Cena della Vittoria

giubilosadomenico

 

Sono in vendita presso la segreteria della Contrada le tessere per la Cena della Vittoria che si terrà sabato 25 maggio nel Prato di Sant'Agostino, seguendo questi orari: 
Lunedì: dalle 09:00 alle 11:00
Martedì: dalle 09:00 alle 11:00 e dalle 17:00 alle 19:00
Mercoledì: dalle 09:00 alle 11:00
Giovedì: dalle 09:00 alle 11:00 e dalle 17:00 alle 19:00
Venerdì: dalle 09:00 alle 11:00 e dalle 17:00 alle 19:00

Responsabili della vendita, il Camarlengo Mauro Franchi e il Vice Camarlengo Andrea Cinquegrana.

Please publish modules in offcanvas position.