Durante l’Assemblea Generale di lunedì 25 luglio, è stato presentato il progetto che porterà al rifacimento dei costumi della Contrada.
Come deliberato nella precedente Assemblea Generale di giugno, dopo un approfondito studio di fattibilità, il percorso successivo è stato suddiviso in due filoni principali: quello delle monture che saranno utilizzate dalla Contrada per le ricorrenze ufficiali (tamburino, alfieri e paggio di rappresentanza) e quello dei costumi del giro.

Secondo quanto stabilito nella precedente Assemblea Generale del 6 giugno 2016, i bozzetti per i costumi di rappresentanza sono stati affidati a Waldemaro Baglioni, Giuseppe Mazzoni e Carlo Venturi. Il lavoro è consistito in una rielaborazione di materiale già a disposizione della Contrada dagli anni 2000 (v. monture di Piazza): da qui è partito il rifacimento, seguendo una linea che aveva come punti qualificanti l’arricchimento dei modelli ed il rispetto della nostra araldica. Le nuove tecnologie industriali che si sono evolute negli ultimi 15 anni sui tessuti, permettono di intraprendere soluzioni che solo poco tempo fa sarebbero risultate di difficile realizzazione. Dei “costumi di rappresentanza” verrà realizzato un solo modello per il paggio, mentre per quanto riguarda alfieri e tamburino ne saranno prodotti due terzetti di misure diverse, per consentirne l’utilizzo a persone di fattezze differenti. I bozzetti sono stati presentati appunto nell’Assemblea u. s. ed hanno riscosso il consenso di tutti i presenti. Vogliamo portarli a conoscenza di tutti i tartuchini. Un grazie alla Commissione per il lavoro svolto con grande celerità e perciò i lavori per l’effettiva realizzazione partiranno a breve.

Nel frattempo prenderà il via il secondo passo di questo impegnativo percorso che riguarda la realizzazione dei bozzetti per le nuove monture del giro che in aggiunta a quanto detto in precedenza (eleganza e coerenza), hanno anche i margini di un budget previsto e sostenibile. Oltre ai qualificati ed esperti tartuchini che nel corso degli anni hanno dedicato la loro professionalità alla Contrada con realizzazioni di pregio (ne è testimonianza la longevità, la praticità e la sobria eleganza degli attuali costumi progettati dal Prof. Piero Buzzichelli), chiunque altro che ne abbia la voglia e la capacità potrà infatti esprimere la propria idea/progetto, presentando dei suoi bozzetti. Un “concorso” aperto a tutti i Contradaioli dunque, non privo però di vincoli (economici) per quanto riguarda i tessuti ed il materiale dei precedenti costumi da riutilizzare. I bozzetti prodotti dai contradaioli e consegnati entro il 7 settembre saranno vagliati dalla Commissione per verificarne qualità e fattibilità e quindi selezionati per l’Assemblea Generale che sarà l’ultima a scegliere.

Le indicazioni di massima in merito ai vincoli sopra esposti sono a disposizione di tutti coloro che intendono partecipare ed è possibile prenderne visione presso la Segreteria della Contrada o contattando la Cancelleria anche via mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Buon lavoro a tutti e… appuntamento ai primi di settembre!!!!

Bozzetto Alfieri Bozzetto Tamburino

BOTTYOUTUBE OK

Personaggi e Luoghi

Galliano Gigli

Galliano Gigli

Galliano Gigli. Nelle cose che amava vivrà il suo ricordo Lo rivedo ancora gridar, desolato e pallido venendo su di Read More
Fisiocritici e Orto botanico

Fisiocritici e Orto botanico

L’accademia dei Fisiocritici e l'Orto botanico L’Accademia dei Fisiocritici nacque nel 1691 su iniziativa del suo ideatore e promotore Pirro Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8