E' scomparso prematuramente il nostro Roberto Romaldo, componente il Seggio Direttivo della Contrada nella Commissione di Segreteria. Il dolore della perdita ha coinvolto tutta la città attraverso le principali istituzione cittadine. Roberto ha lottato con animo sereno ed eroico, contro una malattia inesorabile, che lo aveva colpito qualche anno fa. Fino all'ultimo ha voluto proseguire nel suo percorso di vita senza mai cedere al pessimismo, ma vivendo fino all'ultimo istante con dedizione ed attenzione nei confronti degli amici, dei colleghi e nell'armonia della propria famiglia. Roberto oltre ad essere Presidente del Gruppo Stampa Autonomo di Siena, ricopriva l'incarico di porta voce dell'Arcidiocesi ed era anche vice preside dell'Istituto Monna Agnese. Ma sopratutto è ricordato per le enormi doti di moralità ed  onestà intellettuale ereditate senz'altro dal padre, indimenticabile Rettore del Convitto Tolomei. Roberto, infatti, era cresciuto, come molti tartuchini all' "Università di S.Agostino" come lui stesso raccontava in una pubblicazione edita dalla Contrada nel 2004, dedicata ai ricordi vissuti in quello spazio colmo di giovanile entusiamo. Per lui fu soprattutto un luogo legato alla Parrocchia di Sant'Agostino, alla sua crescita di uomo all'interno di una attiva comunità religiosa guidata da padre Tullio Zazzeri, Don Luca Bonari e poi Don Alvaro Monciatti. La stessa comunità parrocchiale dove uscì per prendere i voti Maria Rosa Guerrini, e dove conobbe la futura moglie Letizia Mori. E così, tra la dottrina e una partita a pallone o di "buchetta", Roberto ha sempre vissuto nel nostro rione a contatto con la Contrada e trasmettendo la stessa passione ai figli Gabriele - tamburino di Piazza -  e Chiara, ai quali, adesso, insieme a Letizia, va il nostro pensiero affettuoso.
Poi,piano, piano Roberto non ha faticato troppo a farsi apprezzare anche in campo professionale, conservando però la spontaneità e la serenità del ragazzo di Sant'Agostino. Ci piace ricordare Roberto anche nell'impegno in Contrada durante i festeggiamenti delle vittorie, nell'allestimento dei cortei, delle feste e nella realizzazione dei numeri unici. Lo ricordiamo, con una foto, memorabile "Fra-casso", in quella divertente compagnia di insoliti frati nel corteo del 2004. Lo ricordiamo anche con il finale del suo articolo nella pubblicazione appena citata: "Insomma, ancora oggi, chi si è formato all'Università di Sant'Agostino non può non ricordare con nostalgia quegli anni indimenticabili,: perchè mentre il tempo continua a scorrere inesorabile, quelle amicizie, quegli incontri, quelle esperienze sono tracce indelebili impresse nell'animo ... "speranze", come direbbe Gianni Morandi, che ora si chiamano "uomini e donne" i quali anche solo transitando per un istante in quel prato verde, magari insieme ai loro figli, continuano a rivivere come in un film i fotogrammi dei momenti più belli e spensierati della loro vita".
Il funerale si terrà domani 28 ottobre alle ore 9,00, nella "sua" Chiesa di Sant'Agostino.
(foto in alto di Augusto Mattioli)

BOTTYOUTUBE OK

Personaggi e Luoghi

Galliano Gigli

Galliano Gigli

Galliano Gigli. Nelle cose che amava vivrà il suo ricordo Lo rivedo ancora gridar, desolato e pallido venendo su di Read More
Fisiocritici e Orto botanico

Fisiocritici e Orto botanico

L’accademia dei Fisiocritici e l'Orto botanico L’Accademia dei Fisiocritici nacque nel 1691 su iniziativa del suo ideatore e promotore Pirro Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8