Lungo, sincero e commosso come sono stati gli anni di attesa che questo generoso purosangue polacco ha frantumato in quell'incredibile pomeriggio del 3 luglio 1991. Uberto, per i tartuchini, è e lo sarà per sempre, il simbolo di un riscatto paliesco che ha aperto le porte di una stagione travolgente di vittorie. E' morto a 27 anni, alla faccia di tutti i falsi animalisti nemici del Palio, esattamente 20 anni dopo la sua prima vittoria con Cianchino che ci consegnò ad un'estate fragorosa e indimenticabile. Uberto, ospitato amorevolmente nella casa tartuchina dei Sampieri, era stato con noi a cena a Sant'Agostino proprio un anno fa, in occasione della serata dedicata ai cavalli per i festeggiamenti della vittoria. Il ricordo di Uberto, sprigiona immagini di giorni felici, sentimenti di una gioia frastornata, abbracci frenetici, pianti di esterrefatta beatitudine. Quel terzo giro al Casato: il più bello della nostra vita. Vai dunque Uberto, prolunga la tua corsa nell'azzurro del cielo, nell'oro del sole.

{qtube vid:=WhhtdRtqobY}

BOTTYOUTUBE OK

Personaggi e Luoghi

Galliano Gigli

Galliano Gigli

Galliano Gigli. Nelle cose che amava vivrà il suo ricordo Lo rivedo ancora gridar, desolato e pallido venendo su di Read More
Fisiocritici e Orto botanico

Fisiocritici e Orto botanico

L’accademia dei Fisiocritici e l'Orto botanico L’Accademia dei Fisiocritici nacque nel 1691 su iniziativa del suo ideatore e promotore Pirro Read More
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8